CLUB ALPINO ITALIANO - SOTTOSEZIONE DI NOVENTA VICENTINA
Club Alpino Italiano Sezione di Vicenza
“Scala le montagne non perchè il mondo possa vederti, ma perchè tu possa vedere il mondo.
Sottosezione SEZIONE CAI DI VICENZA GRUPPO CAI CAMISANO VIC. domenica 29 maggio 2016 GRUPPO DEL NOVEGNO salita al Monte Rione  La zona dove si snodano i sentieri di questo itinerario è certamente una fra le meno frequentate dell’intero massiccio del Novegno. La zona è stata eletta a dimora ideale dalle specie animali più schive e guardinghe. Di recente vi ha fatto gradito ritorno, dopo anni di assenza, persino il gallo cedrone, il re della montagna; purtroppo “sua maestà” non si concede troppo ai visitatori. Ad attendere l’escursionista sul Monte Rione, punto più elevato del massiccio, è l’accogliente rifugio ricavato dalle strutture del Forte Rivón, ristrutturato grazie al volontario intervento dell’Assoc. Ricercatori Storici IV Novembre di Schio.
CALENDARIO ESCURSIONISTICO 2016
Noventa Vicentina
domenica 12 giugno 2016 MASSICCIO DEL PASUBIO Monte Corno “Battisti”  Escursione che ripercorre le opere militari costruite dai due eserciti sul Corno Battisti, già Corno di Vallarsa, è una cima del massiccio del Pasubio.  Si tratta di una cima scabra e piuttosto imponente, non di particolare importanza alpinistica, riveste invece grande rilevanza storica.  In origine sotto il controllo italiano, durante la Strafexpedition del maggio del 1916, il Corno di Vallarsa ritornò in mano austriaca e vi rimase anche dopo il parziale ritiro dovuto alla contro offensiva italiana del giugno successivo. sabato 25 - domenica 26 giugno 2016 ALPI COZIE Forte di Fenestrelle e Val Troncea Il forte di Fenestrelle è la più grande struttura fortificata d’Europa e la più estesa costruzione in muratura dopo la Muraglia cinese. Un gigante di pietra che si estende per circa cinque chilometri nella valle del Chisone e copre un dislivello di 650 metri. La struttura comprende tre Forti, tre Ridotte e due Batterie, collegate da una scala coperta di 4000 gradini. La val Troncea è caratterizzata da una notevole ricchezza floristica e faunistica con specie rare e protette e da antiche costruzioni rurali con tetti in legno (scandole). Il sentiero fa parte dei “sentieri del Plasentif”, l’antico formaggio delle viole prodotto dagli alpeggi della Val Chisone.