In ricordo di ANTONIO TOTO

20 Settembre 2019

Caro Antonio,

quando si andava in montagna, tu volevi partire sempre presto, così da avere più tempo per il momento conviviale, altrettanto presto sei partito per il tuo ultimo viaggio. Abbiamo imparato a conoscerti ed apprezzarti come persona, uomo Cai e come amico, nelle escursioni a cui hai artecipato, ai molti eventi ai quali ci hai invitato e alle cene a casa tua o in quel di Zovencedo.

Abbiamo percorso un tratto di vita insieme, bruscamente e assurdamente interrotto.

Il dolore e il senso di vuoto, ci lascia senza parole, se non per ricordarti e ringraziarti; quante volte hai detto: “Non ditemi grazie”, ora, contro la tua volontà ti diciamo:

GRAZIE per la tua filosofia di vita, ci hai trasmesso la passione e la voglia di stare assieme e di appartenere ad un gruppo.

GRAZIE per averci accompagnato ed incoraggiato in molte escursioni di montagna, dove sapevi accogliere e far sentire a casa anche l’ultimo arrivato.

GRAZIE per il tuo contributo nella gestione della sottosezione di Noventa

GRAZIE per aver stimolato, creato e curato il gruppo dei tuoi compagni di ferrata

GRAZIE perchè, per quanto stanchi dopo impegnative uscite, riuscivi a strapparci sempre un sorriso, trasmettendo ogni volta buon umore.

GRAZIE per le serate del venerdì sera in sede CAI, sempre pronto a dialogare e scherzare con i presenti, ai quali molte volte affibbiavi un buffo soprannome, senza mai contrariare nessuno, perchè con una risata smorzavi qualsiasi arrabbiatura.

E infine GRAZIE per averti conosciuto. È stato veramente un gran piacere.

Ti salutiamo usando una tua caratteristica battuta:

 “CIAO BRUTTO CARATTERE”: